Cerca

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

A/R Solo andata
Adulti
(12+)
Bambini
(2-11)
Neonati
(0-23m)

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

oppure clicca qui
crea il tuo viaggio su misura

Via Marina o Lungomare Falcomatà di Reggio Calabria

Gabriele D’Annunzio lo definì “il più bel chilometro d’Italia” e, in effetti, la vista sullo Stretto di Messina rappresenta per la città di Reggio Calabria uno dei punti più caratteristici e più amati dei suoi abitanti.

La passeggiata si caratterizza non solo per lo splendido panorama sull’Etna e lo Stretto ma anche per la sua ricca e decisamente esotica vegetazione che alterna ficus secolari a palme caraibiche sotto la cui ombra molti cittadini e turisti si fermano a gustare brioche gelato e prodotti dell’eccellenza dolciaria forniti dai tanti bar artigianali che si trovano lungo questa via.

Questo Lungomare offre tante sfaccettature di se stesso. Per esempio, è un punto di riferimento per chi ama l’archeologia e la storia antica, grazie alla presenza di siti come le Terme romane, le Mura greche e l’imprescindibile Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, geloso custode dei Bronzi di Riace. Perfetto per chi ama fare jogging all’aria aperta e in riva al mare, è una bella passeggiata anche per chi ama l’architettura e l’arte contemporanea grazie alla presenza di diversi edifici in stile Liberty, come Villa Genoese-Zerbi e Palazzo Spinelli, e di opere d’arte come il Monumento a Corrado Alvaro e le scenografiche statue di Rabarama, perfette per selfie da mandare agli amici rimasti a casa.

D’estate, la via Marina di Reggio Calabria pullula di giovani che hanno voglia di divertirsi nei tanti lidi e locali sulla spiaggia che ogni sera organizzano feste; da non perdere anche i concerti e gli eventi organizzati nell’Arena dello Stretto. D’inverno, questa via è meno battuta dai turisti e regala ai suoi frequentatori scorci magnifici come le colate di lava che disegnano incredibili fantasie sulla cima dell’Etna innevato.

I più fortunati, nelle prime ore del giorno, potrebbero trovarsi davanti ad un fenomeno atmosferico unico nel suo genere, la cosiddetta Fata Morgana per cui vedere riflessi sull’acqua, come se si trovassero a pochi metri di distanza, i monti e gli edifici della dirimpettaia Messina. Uno spettacolo davvero raro.

Se sei un bravo fotografo e vuoi contribuire al nostro sito, scrivici a info@destinationitalia.com

Si è verificato un errore.
Se vuoi, puoi provare nuovamente.