Cerca
Check in
Check out

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

A/R Solo andata
Adulti
(12+)
Bambini
(2-11)
Neonati
(0-23m)
Andata il
Ritorno il
Partenza
Ritorno

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

oppure clicca qui
crea il tuo viaggio su misura

Duomo di Cosenza

Il Duomo di Cosenza si staglia imponente nel cuore della città bruzia e con la sua architettura, costituisce un’imperdibile testimonianza della storia dei popoli e dei dominatori che si sono susseguiti in questa città.

Il Duomo venne consacrato nel 1222, alla presenza di Federico II di Svevia, che in quella occasione regalò alla città una Stauroteca, un reliquiario che conserva frammenti della croce di Cristo. A partire dal 1748 ci furono diversi interventi di trasformazione, che inizialmente diedero al Duomo un’impronta barocca, mentre all’inizio XIX secolo la facciata acquisì sempre più lo stile neogotico.  A mutare le sembianze della Cattedrale anche i numerosi terremoti che misero in ginocchio l’intera Calabria.

I recenti interventi hanno cercato di depurare la facciata e parte degli interni dai decori barocchi, tentando di restituire l’aspetto iniziale. Presenta una pianta a croce latina, con tre portali in pietra arenaria, un ampio rosone centrale, accompagnato da due laterali. Da segnalare la presenza del grandioso organo opera della ditta Mascioni, ma non solo. Il Duomo conserva due importanti mausolei: quello di Enrico VII di Germania e quello di Isabella D’Aragona, la regina di Francia. L’abside vanta invece un altare marmoreo in stile neoromanico e un Crocifisso Ligneo del XV secolo.

Se sei un bravo fotografo e vuoi contribuire al nostro sito, scrivici a info@destinationitalia.com

  • Cosa
Si è verificato un errore.
Se vuoi, puoi provare nuovamente.