San Marco square in Venice

Piazza San Marco a Venezia

Anche chiamata “Il salotto d’Europa”, Piazza San Marco è il simbolo indiscusso di Venezia. Dopo una giornata di passeggiate fra le belle e strette stradine della città, sbucare nella grande piazza è come prendere una boccata d’aria e d’arte.

In origine la zona in cui sorge la piazza era un orto nei pressi del Palazzo Ducale. Solo nel momento in cui viene deciso di edificare la grande Basilica per l’arrivo del corpo di San Marco, inizia per quegli orti un lungo periodo di riqualificazione ed abbellimento che li trasformerà lentamente in una delle piazze più famose del mondo.

Dalla fine dell’XI secolo in poi verranno progressivamente aggiunti prima la pavimentazione, poi è la volta delle Procuratie Vecchie e la Torre dell’Orologio, risalente all’inizio del 1500 e infine, oltre a numerosi lavori di ampliamento e aggiunta di elementi decorativi. All’inizio del 1800 viene edificata inoltre l’ala Napoleonica, anche chiamata Palazzo Reale.

Passeggiare in Piazza San Marco è un’esperienza indimenticabile. Questo luogo è da sempre il cuore pulsante della città: un tempo utilizzata per le funzioni religiose, come luogo di commercio, emanazione delle leggi o luogo di festa, oggi le imponenti Procuratie che abbracciano la piazza accolgono turisti da ogni parte del mondo, mentre la Basilica dagli influssi orientali e il grande Campanile del IX secolo fanno sgranare gli occhi per la loro immane bellezza. La piazza accoglie ancora oggi grandi eventi, primo fra tutti il Carnevale di Venezia, durante il quale si riempie di maschere e colori di ogni genere.

ArchitetturaArtePasseggiate in città

CURIOSITÀ

  • Il campanile di San Marco è chiamato affettuosamente dai veneziani “El parón de casa”, ovvero il padrone di casa, riferito a Venezia.

TIPS

  • Una passeggiata in Piazza San Marco merita anche una pausa gelato: consigliamo quindi di fare tappa al Caffè Florian, fondato nel 1720. Tra i più antichi al mondo, è stato frequentato da personalità storiche quali Dickens, D’Annunzio, Rousseau e molti altri.
  • Aggirandovi nei dintorni della basilica sarà possibile notare, incastonata in un angolo della parete esterna, la statua dei tetrarchi: risalente circa al 300 d.C. è una statua in porfido rosso raffigurante quattro re, portata da Costantinopoli a Venezia durante la Quarta crociata.