Potenza-Lucania-1920x700
Cerca
Check in
Check out

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

A/R Solo andata
Adulti
(12+)
Bambini
(2-11)
Neonati
(0-23m)
Andata il
Ritorno il
Partenza
Ritorno

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

Potenza & Lucania

Come arrivare

In aereo

Per raggiungere gli aeroporti più vicini a Potenza, ovvero quelli di Napoli Capodichino (NAP) e Bari Palese (BRI), ci vogliono almeno 2 ore di macchina. I bus Co.Tr.A.B. collegano Potenza con l’aeroporto di Napoli.

In auto

Per chi arriva attraverso l’A2 Salerno-Reggio Calabria l’uscita consigliata è Sicignano-Potenza. Dall’A16 Napoli-Bari l’uscita per Potenza è quella di Candela per poi imboccare la superstrada Foggia-Potenza. Da sud est dalla SS106 si prosegue sulla SS407 Basentana in direzione Potenza.

In treno

Dal versante tirrenico arrivando a Salerno si possono poi prendere diversi treni direzione Potenza. Potenza si trova sulla linea ferroviaria Taranto-Napoli per chi viene da sud est mentre da Bari i collegamenti sono assicurati dalle ferrovie Appulo Lucane.

In pullman

Le autolinee che collegano Potenza con le principali città italiane sono le autolinee Liscio verso Milano, Perugia, Roma, Napoli e Salerno e Marozzi verso Pisa, Firenze, Siena, Milano e Torino.

Come muoversi

In auto

Potenza e i comuni del Parco sono collegati con la SS407 Basentana e dalla SS95 variante Tito-Brienza.

In autobus

Potenza e i principali centri del Parco dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese sono collegati col servizio di autolinee regionali Co.Tr.A.B..

Periodo consigliato

Primavera e Autunno

Passeggiare tra i boschi, pedalare tra i borghi e scoprire la cultura e le straordinarie tradizioni gastronomiche di un territorio affascinante lontano dal turismo di massa e in grado di sorprendere i viaggiatori più esigenti con un patrimonio inestimabile di bellezze naturali che in queste stagioni assumono i colori più brillanti della primavera e caldi nelle forme del foliage.

Inverno

L’inverno è perfetto per sciare negli impianti sciistici più alti dell’Appennino Meridionale. La neve imbianca anche Potenza, la principale città di questa destinazione, e conferisce al paesaggio un fascino silenzioso e magico rotto dai suoni delle zampogne che in periodo natalizio attraversano le vie del centro.

Cosa mettere in valigia

Se scegliete questa destinazione per lo sci portate con voi attrezzatura tecnica di qualità perché i mesi invernali sanno essere davvero freddi. In primavera e autunno non dimenticate mai di portare una giacchina a maniche lunghe e pantaloni lunghi. Infatti gran parte della destinazione si trova sopra i 1000 metri e le sere, anche quelle che seguono i giorni più caldi, si rivelano essere spesso particolarmente fresche. Servirebbe una valigia speciale per riportare a casa la caratteristica arpa viggianese. A Viggiano, famosa in tutto il mondo per i suoi musicisti girovaghi, potrete acquistare anche un flauto, decisamente meno ingombrante.

Budget

Dormire

Dormire a Potenza in centro, in strutture curate come b&b e hotel costa intorno ai 60€ a notte per due persone che salgono a 90€ in alta stagione. Tra le tante proposte in città si segnala il b&b Convento ricavato all’interno di un edificio storico e a pochi metri da Via Pretoria tempio dello shopping potentino.

Mangiare

Anche la più sontuosa delle cene nel capoluogo lucano si aggira intorno ai 35€. Una vera occasione per i golosi che scelgono questa destinazione. Da provare sul fronte gourmet l’Art Restaurant che propone eccellenti rivisitazioni di prodotti del territorio come il filetto di baccalà ai peperoni cruschi (qui una cena con vini prestigiosi costa sui 50€). La tradizione è celebrata nelle tante trattorie del centro come dal popolare Mimmo il Ciclista dove si cena a partire da 15€.

Muoversi

Per arrivare in Via Pretoria nel punto più alto della città medievale (890 metri slm) è attivo un sistema di scale mobili che parte dai quartieri a valle. Un biglietto di sola andata per le scale mobili costa 0,25€. Il biglietto urbano di 90 minuti, che consente l’accesso al servizio bus nella città di Potenza e alle scale mobili, costa 1€; l’abbonamento mensile alle scale mobili ha un costo di 10€.

Piatti tipici

Ferricelli con mollica e noci: una ricetta semplice e gustosissima che si prepara in pochi minuti ammesso che abbiate già preparato i ferricelli, la pasta all’uovo a cui si dà forma con un ferro da calza da cui prende il nome. Basta saltarla in una padella con olio, aglio e pangrattato e spolverare con noci tritate per deliziare gli ospiti.

Baccalà di Avigliano: il baccalà di Avigliano si cucina rigorosamente lessato insaporito con i peperoni cruschi fritti e una spruzzata di olio piccante. Questa ricetta la troverete in tutti i ristoranti del paese.

Terre dell’Alta Val d’Agri: un vino Doc rosso che si sposa benissimo con i due piatti tipici consigliati qui sopra, prodotto esclusivamente nei comuni di Grumento, Moliterno e Viggiano.

Curiosità

Il Carnevale di Satriano di Lucania è uno dei più suggestivi di tutto il Sud Italia. Il protagonista di questa antica tradizione popolare è il Rumit, un uomo coperto di foglie, un eremita vegetale che bussa per le case del paese col suo bastone di pungitopo la domenica mattina che precede il martedì grasso. In silenzio accetta quello che i suoi compaesani vorranno offrirgli, generi alimentari oppure qualche moneta. Il misterioso Rumit è un’ulteriore testimonianza degli antichi riti e miti legati alla natura ancora molto forti in Basilicata.
Potenza è il secondo capoluogo più alto d’Italia, il suo centro storico infatti è costruito a un‘altezza di 898 metri slm.
Il vecchio mulino di Tramutola nella Val d’Agri è stato il set di una scena di Basilicata Coast to Coast, nel film Rocco Papaleo lo ricorda come il paese con le ragazze più belle della regione.
Il nome Ponte alla Luna del ponte tibetano a Sasso di Castalda è un omaggio a un ingegnere della Nasa che fu tra i protagonisti della missione Apollo 11 che nel 1969 portò per la prima volta l’uomo sulla luna. Quell’ingegnere si chiamava Rocco Petrone e i suoi genitori partirono proprio da Sasso di Castalda per emigrare in America.

le dieci ragioni per visitare Potenza & Lucania

Pecorino Canestrato di Moliterno IGP
1

Degustare il Pecorino Canestrato di Moliterno Igp

Acerenza cittadella medievale in Basilicata, Potenza
2

Visitare la cittadella murata medievale di Acerenza

cattedrale di san gerardo della porta a potenza
3

Visitare la chiesa di San Michele Arcangelo e la Cattedrale di San Gerardo della Porta a Potenza

Sciare Conserva di Lauria Appennino Basilicata Potenza
4

Sciare nella stazione di alta quota di Conserva di Lauria sul Monte Sirino o a Sellata Ariosa

Ponte Tibetano Basilicata Potenza
5

Percorrere a occhi chiusi il ponte tibetano alla Luna, il più spettacolare d’Italia a Sasso di Castalda

6

Visitare il Castello di Lagopesole residenza di caccia di Federico II

Potenza Shopping centro Basilicata
7

Fare shopping in Via Pretoria, tempio dello shopping e della movida potentina che sorge nel punto più alto della città

madonna nera di viggiano
8

Visitare il Santuario Madonna Nera del Sacro Monte di Viggiano

Credits Wikimedia commons
area archeologica grumentum
9

Tornare indietro nel tempo a Grumentum, antica colonia romana perla dell’archeologia lucana

Credits Wikimedia commons
10

Assistere durante le sere d’estate al cinespettacolo La Storia Bandita all’interno del Parco Storico Rurale e Ambientale della Grancia

Credits to Wikimedia

Ti potrebbero piacere

Si è verificato un errore.
Se vuoi, puoi provare nuovamente.