Great piazza Prato della Valle in Padua, Italy
Cerca
Check in
Check out

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

A/R Solo andata
Adulti
(12+)
Bambini
(2-11)
Neonati
(0-23m)
Andata il
Ritorno il
Partenza
Ritorno

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

Padova, Treviso & Colli Euganei

Come arrivare

In aereo

Dagli aeroporti internazionali Antonio Canova di Treviso-Sant’Angelo (TSF), Marco Polo di Venezia-Tessera (VCE), Verona-Villafranca (VRN), forniti di bus, navette, taxi e servizi di noleggio auto.

In treno

Con i treni regionali e dell’alta velocità con frequenza giornaliera, provenienti dalle principali città italiane verso le stazioni ferroviarie di Padova e Treviso.

In auto

Da nord tramite l’autostrada A4 Torino-Milano-Venezia-Trieste e da sud con l’autostrada A13 Bologna-Padova.

Come muoversi

In bici

Mezzo ideale per spostarsi all’interno della città di Padova e nei Colli Euganei. Sono stati realizzati infatti numerosi itinerari ad hoc per gli amanti della bicicletta, che si può noleggiare tramite ‘Goodbike’, il servizio di bike-sharing della città. Anche Treviso è provvista di numerose piste ciclabili, diffusissime in città e in tutto l’hinterland.

In auto

Bisogna prestare attenzione alle zone ztl del centro storico di Padova e Treviso. In ogni caso, le autostrade e le strade provinciali portano facilmente verso le città e nei territori limitrofi dei Colli Euganei e della Marca Trevigiana.
Sono disponibili numerosi servizi di car-sharing e car-pooling.

In autobus

Con la rete urbana ed extraurbana. A Padova la rete è gestita da Aps Mobilità, che consente di raggiungere facilmente tutte le zone della città.
Con il servizio Actt e Mom per muoversi a Treviso e nei comuni limitrofi della Marca Trevigiana.

Con i bus turistici

A Padova con il City Bus SightSeeing, autobus panoramico a due piani che permette di godere delle principali attrazioni della città.

Con i battelli e burchielli

I primi effettuano escursioni lungo i canali interni della città di Padova, attraverso la Riviera del Brenta e la Riviera Euganea; i secondi sono servizi di linea di gran turismo che ripercorrono la Riviera del Brenta, da Padova fino a Venezia.

Periodo consigliato

Primavera

Periodo ideale per godersi lunghe passeggiate alla scoperta della natura e delle eccellenze gastronomiche locali. Tante sagre ed eventi sparsi nel territorio, che vi daranno occasione di conoscerne la storia e le tradizioni. Giornate all’insegna del sole, adatte al trekking e ai giri in battello.

Estate

Giornate calde e perfette per i vostri viaggi nell’arte e nella storia delle città di Padova e Treviso. Alla sera godetevi un bel prosecco in piazza e trascorrete ore di intenso relax e benessere nelle stupende Terme Euganee, immerse nella natura.

Autunno

Tra lunghe pedalate e camminate lungo i suggestivi sentieri del vino, sarete ammaliati dai colori caldi delle colline e degli alberi che iniziano a perdere le foglie. Una stagione con temperature ancora miti e gradevoli, adatte per qualsiasi attività, dallo sport allo shopping, fino al benessere termale.

Cosa mettere in valigia

Preparate abiti comodi e freschi, adatti a camminare per lunghe tratte, sia in città che in campagna. Portatevi scarpe adatte a ogni occasione, dalle sneaker fino a quelle per il trekking. Gli occhiali da sole sono d’obbligo e anche un comodo cappellino non sarebbe male: il sole nella stagione estiva può rivelarsi fastidioso. Non dimenticatevi l’ombrello per improvvisi acquazzoni, cardigan e k-way per giornate più fresche. Sarebbe l’ideale portarsi anche un comodo zainetto e una borraccia per l’acqua.

Budget

Dormire

A Padova e dintorni le tariffe per una camera standard in hotel partono da 47€ fino a un massimo di 220€ circa, mentre per un bed&breakfast si parte dai 40€.
Anche a Treviso e comuni vicini le tariffe sono simili: dai 65€ fino a un massimo di 200€ in hotel e bed&breakfast.
Nelle località termali di Abano e Montegrotto Terme, le tariffe in hotel partono da 39€ fino a un massimo di 300€ circa.

Mangiare

A Padova e Treviso e sui colli vi sono numerose trattorie, osterie, agriturismi e ristoranti, dove potrete gustare ottimi piatti della tradizione locale e non solo, a partire da 15€ circa. Vi sono anche ristoranti stellati: Le Calandre, Lazzaro 1915 e La Montecchia, tra Padova e provincia; Feva, La Corte e Gellius, tra Treviso e provincia, con una cena a partire da 80€.

Muoversi

A Padova e comuni limitrofi il biglietto ordinario, della durata di 75 minuti, ha un costo di 1,30€ (a bordo 2€), mentre un abbonamento settimanale per l’area urbana ed extraurbana ha un costo che parte da 9,80€ fino a 19,40€. A Treviso un biglietto per la rete urbana ha un costo di 1,20€, per la rete extraurbana di 1,50€.

Piatti tipici

Gallina padovana alla canèvera: un piatto che esalta sia il dolce della mela che l’agro dell’arancia e del limone. La canevera è una piccola canna di bambù che permette al liquido del brodo della gallina, chiusa in un sacchetto, di evaporare. La gallina, lasciata sobbollire per ore, viene poi servita con salsa di cren e mela verde. Un piatto unico e appetitoso.

Tiramisù di Treviso: uno dei dolci italiani più conosciuti, nato nel 1962 alle Beccherie, famoso ristorante della città. Viene preparato con caffè, biscotti secchi (savoiardi), mascarpone, uova e zucchero, e, secondo la tradizione trevigiana, ha forma circolare. Un dolce a strati che vi farà venire l’acquolina in bocca!

Bisi di Baone: Una varietà di piselli autoctona dei Colli Euganei. Erano l’ingrediente preferito delle famiglie veneziane per il famoso ‘risi e bisi’. Da provare quindi la minestra risi e bisi originale nei paesi della zona.

Curiosità

Nella tradizione popolare, Padova è soprannominata la ‘città dei 3 senza’: il caffè senza porte (Caffè Pedrocchi, un tempo aperto giorno e notte); il prato senza erba (Prato della Valle, la cui erba non crebbe più perché ostacolata dai platani); e il santo senza nome, ovvero Sant’Antonio, che i padovani chiamano semplicemente ‘il Santo’.

Siamo nella zona dei liquori. Nei Colli Euganei, infatti, sono nati il maraschino e il ‘brodo di giuggiole’, sinonimo della felicità stessa. Anche il famoso aperitivo alcolico Aperol venne presentato nel 1919 alla Fiera Internazionale di Padova.

A Treviso, Palazzo Bomben è la sede della Fondazione Benetton, istituzione culturale del celebre gruppo industriale trevigiano, noto per i suoi capi colorati e per le sue campagne pubblicitarie dalle immagini molto forti.

le dieci ragioni per visitare Padova, Treviso & Colli Euganei

cappella degli scrovegni
1

Rimanere in estasi di fronte agli splendidi affreschi di Giotto nella Cappella degli Scrovegni

terme euganee
2

Rilassarsi nelle acque termali di Abano e Montegrotto

strada del prosecco valdobbiadene paesaggio
3

Viaggiare con gusto lungo la Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene

radicchio rosso di treviso
4

Gustare tante ricette a base di Radicchio rosso Igp di Treviso

Castelfranco Veneto,Giorgione
5

Visitare la casa natale del Giorgione e i suoi dipinti nel Duomo di Castelfranco Veneto

caffè pedrocchi
6

Fare un'ottima pausa tra arte e gusto al Caffè Pedrocchi, locale storico di Padova

Padova (Veneto, Italy), Sant'Antonio church, spires and domes
7

Visitare la Basilica di Sant'Antonio, chiesa in stile romanico principale attrazione padovana

tempio di palladio museo canova
8

Scoprire il Museo Canova a Possagno

vino dei colli euganei
9

Immergersi nei colori della tradizione vitivinicola dei Colli Euganei

Tiramisu dessert
10

Terminare tutti i pasti con il tiramisù, celeberrimo dessert nato proprio a Treviso

Ti potrebbero piacere

Si è verificato un errore.
Se vuoi, puoi provare nuovamente.