Sunrise Santo Stefano island, view from Ventotene. Lazio Italy
Cerca
Check in
Check out

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

A/R Solo andata
Adulti
(12+)
Bambini
(2-11)
Neonati
(0-23m)
Andata il
Ritorno il
Partenza
Ritorno

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

Circeo & Isole Pontine

Come arrivare

In aereo

L’aeroporto internazionale di Fiumicino Leonardo da Vinci (FCO), primo scalo romano, è il più comodo per raggiungere l’Agro Pontino e il comune di Latina. È servito dalle principali compagnie aeree del mondo, incluse Alitalia, Turkish Airlines, Lufthansa, Air France, British Airways. Anche dall’aeroporto di Ciampino Giovan Battista Pastine (CIA) – riferimento per le lowcost (Ryanair, Wizz Air) – si raggiunge l’area interessata tramite la stazione ferroviaria di Ciampino, a 5 minuti dallo scalo, oppure tramite mezzi privati.

In autobus

Per raggiungere Latina e le varie cittadine dell’Agro Pontino da Roma è possibile usufruire del servizio extraurbano Cotral, che parte dalla stazione Roma Laurentina o Roma Termini (al costo di 3,90€ per 60 km, impiega circa 1h 15′). In alternativa si può unire un tratto di linea gestita da Trenitalia (FL7) che parte da Roma Termini fino a Latina Scalo e poi prendere un autobus del servizio urbano Atral.

In auto

L’Agro Pontino è facilmente raggiungibile da Roma in macchina tramite la SS 148 Pontina. Prendendo il Grande Raccordo Anulare (uscita 26) si percorre la strada Pontina per circa un’ora, arrivando alla rotonda di Borgo Piave, che costituisce l’ingresso alla città di Latina, e toccando in precedenza le varie uscite delle altre destinazioni dell’Agro Pontino. Venendo da sud si raggiunge Latina dalle uscite autostradali di Frosinone e Valmontone.

Come muoversi

In bici

Esistono diversi itinerari cicloturistici nella zona dell’Agro Pontino, sia attraverso i sentieri del Parco Nazionale del Circeo, sia lungo le spiagge di Sabaudia o Sperlonga, sia alla scoperta dei laghi costieri di Fogliano e di Paola.

Con i mezzi pubblici

Il trasporto pubblico urbano dell’Atral collega il comune di Latina con Roma. Il mezzo più utilizzato è comunque il treno, le ferrovie regionali di Trenitalia, come la FL7, che da Roma Termini ferma a Campoleone, Cisterna e Latina, o la FL8, che tocca anche Lavinio, Anzio e Nettuno.

In auto

La macchina è il mezzo più comodo, perché permette di raggiungere in minor tempo anche i paesini più arroccati. Inoltre con l’auto si percorrono strade immerse nella natura, panoramiche e si arriva in luoghi che difficilmente sono visitabili con altri mezzi. La strada regionale 148 Pontina è la principale che collega la capitale alle zone a sud e alla provincia di Latina.

Periodo consigliato

Primavera

Un bel periodo, soprattutto per gli amanti dei fiori e delle piante rare, che in queste zone troveranno bei giardini e oasi naturali. In particolare, i Giardini della Landriana e l’Oasi di Ninfa nella stagione primaverile danno il meglio di sé.

Estate

L’estate è il periodo di massima frequentazione di turisti e romani dei luoghi di mare come il Circeo, Sabaudia, Sperlonga, Gaeta e le isole di Ponza e Ventotene. Numerosi sono anche gli sport da praticare, dallo snorkeling alla canoa, dal surf alla pesca.

Autunno

Con l’autunno, che qui porta con sé uno strascico di temperature miti dall’estate, è possibile andare alla scoperta dei borghi medievali, gustare le bontà eno-gastronomiche di cui il territorio è ricco, nonché assaggiare i vini rossi della zona di Aprilia e del Circeo.

Cosa mettere in valigia

Che sia una giornata, un weekend o una settimana, per una vacanza nelle zone dell’Agro Pontino non può mancare il costume da bagno. Da maggio a fine settembre il bel tempo è assicurato e il mare cristallino, soprattutto se si scelgono le isole, merita un tuffo. In valigia però non bisogna dimenticare scarpe comode, sandali bassi oppure da ginnastica, per visitare in tutta comodità i borghi, le zone archeologiche e per essere preparati alle passeggiate nel Parco del Circeo. Abiti più eleganti e scarpe col tacco per chi invece preferisce serate glamour tra Circeo e isole.

Budget

Dormire

Si spazia dagli agriturismi più economici a quelli attrezzati con piscina e spazio per bambini. Numerosi sia i b&b di tutti i prezzi, sia le case vacanza, che si affittano per il periodo estivo soprattutto verso il Circeo, Terracina e Sabaudia. Non mancano hotel di lusso e residenze di charme per chi non vuole farsi mancare un servizio a 5 stelle. La forbice di prezzi è molto ampia e ce n’è per tutte le tasche: da 25€ a notte fino a oltre 200€.

Mangiare

Se si scelgono le località di mare come il Circeo, Gaeta o le isole, si assaporano raffinati piatti a base di pesce per una cena che va dai 35€ in su; se invece ci si sposta verso l’interno della pianura pontina, è possibile trovare sapori genuini e ricette caserecce intorno ai 25€. Non mancano, però, neanche verso le zone dell’entroterra, esempi di cucina creativa, sempre attenta ai prodotti del territorio, dalla squisita mozzarella di bufala di Terracina all’olio extravergine d’oliva.

Muoversi

I comuni della provincia di Latina sono collegati principalmente dagli autobus della linea Cotral o Atral, o tramite la ferrovia regionale. Il costo degli spostamenti con i mezzi pubblici varia dai 2€ agli 8€, a seconda della tratta da percorrere.

Piatti tipici

Carciofi alla sezzese: delizioso contorno insaporito da aglio, sale, olio d’oliva e mentuccia, preparato con i carciofi caratteristici della zona, riparata dai Monti Lepini e riscaldata dal litorale laziale. Sezze è un comune dell’Agro Pontino che la leggenda vuole essere stato fondato da Ercole.

Coniglio alla ponzese: delicate carni insaporite con vino bianco, pomodorini pachino, alloro e peperoncino. Pare che un tempo ogni famiglia ponzese avesse un piccolo allevamento di conigli: per questo la ricetta del coniglio ponzese veniva realizzata tradizionalmente in onore del patrono di Ponza, San Silverio.

Tiella: specialità tipica di Gaeta, consiste nel riporre un ripieno di vario genere, di terra o di mare, tra due sfoglie di pasta; in poche parole, si tratta di una torta salata. La farcitura classica la vede ripiena di polpi pescati nel mare antistante Gaeta, oppure di scarola, l’insalata amara che si trova spesso nella campagna laziale.

Curiosità

Il lavoro di bonifica della pianura pontina dalla malaria e dagli acquitrini si è concretizzato con il regime fascista negli anni ’30 del Novecento e coinvolse oltre 5 mila operai provenienti da tutta Italia, ma soprattutto dal Veneto. Il territorio fu suddiviso in borghi cui furono dati nomi, che persistono ancora oggi, ispirati ai principali luoghi di battaglia della Prima Guerra mondiale (Borgo Grappa, Borgo Sabotino, Borgo Montenero).

Le nuove città, invece, furono costruite secondo i criteri dell’architettura razionalista: la prima a essere fondata, nel 1932, fu Littoria (oggi Latina, seconda città del Lazio per numero di abitanti), poi Sabaudia in onore dei Savoia, Pontinia, Aprilia e Pomezia.

Secondo la leggenda, la maga Circe, che incantò Ulisse e i suoi uomini trasformandoli in porci, viveva nell’isola di Eea, identificata come il promontorio del Circeo, che oggi porta infatti il suo nome.

le dieci ragioni per visitare Circeo & Isole Pontine

isola di Ponza acque trasparenti
1

Ammirare il mare cristallino di Ponza a bordo di una barca, andando alla scoperta delle calette più nascoste

Alba dal Monte Circeo Lazio
2

Rimanere senza parole di fronte a un'alba sul mare al promontorio del Circeo

Borgo medievale di Sermoneta Lazio
3

Visitare il Castello Caetani, perfettamente conservato all'interno del borgo medievale di Sermoneta

Oasi di Ninfa Latina giardini
4

Stupirsi davanti alle meraviglie naturali del Giardino di Ninfa, tra piante rare, giochi d’acqua e ruderi antichi

A San Felice Circeo mare cristallino e spiagge bianche
5

Rilassarsi al mare nelle spiagge di San Felice Circeo, Sperlonga o Gaeta, e poi scoprire i centri storici della cittadine

sito archeologico antica Roma Norba
6

Esplorare l'antica città abbandonata di Norba: circondata da mura ciclopiche, è un terrazzo naturale che affaccia sulla pianura pontina

Il faro e il porto dell'isola di Ventotene
7

Scoprire Ventotene, una piccola perla di paesaggi incontaminati dove ammirare il carcere di Santo Stefano, il vecchio borgo e le spiagge

Il tempio di Giove Anxur a Terracina
8

Visitare l’imponente Tempio di Giove Anxur a Terracina, sulla cima del Monte Sant’Angelo

circeo&isolepontine-reasonwhy-giardinilandriana 1920x700
9

Godersi la bellezza dei Giardini della Landriana ad Ardea: 10 ettari che custodiscono antiche rose e aree di rara bellezza

Canoa, Kayak e sport al lago di Paola, Lazio
10

Divertirsi in canoa sul Lago di Paola, all'interno del Parco Nazionale del Circeo

Ti potrebbero piacere

Si è verificato un errore.
Se vuoi, puoi provare nuovamente.