Veduta panoramica cinque terre vernazza
Cerca
Check in
Check out

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

A/R Solo andata
Adulti
(12+)
Bambini
(2-11)
Neonati
(0-23m)
Andata il
Ritorno il
Partenza
Ritorno

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

oppure clicca qui
crea il tuo viaggio su misura

Cinque Terre

Come arrivare

In aereo

L’aeroporto internazionale Cristoforo Colombo (GOA) di Genova ha collegamenti con le maggiori città italiane. Dista circa 90 km da Monterosso. Per il Golfo dei poeti, l’aeroporto più vicino è il Galileo Galilei di Pisa (PSA).

In nave

Si possono raggiungere le Cinque Terre via mare, attraverso il Golfo ligure. Diverse le compagnie di navigazione che gestiscono le tratte del Porto di Genova. Importanti anche il Porto di La Spezia, quello di Savona e infine di Imperia, nella Riviera di Ponente.

In treno

Da Genova  e da altre città come Firenze, Torino, Milano con Trenitalia. Questo è anche il mezzo più veloce e scenografico per spostarsi tra le Cinque Terre: decine di treni provenienti da Sestri Levante in direzione La Spezia percorrono ogni giorno i circa 17 km tra Monterosso e Riomaggiore e fermano in tutte le località al ritmo di circa mezz’ora, un’ora a seconda della stagione.

In auto

Per Riomaggiore, prendere l’uscita La Spezia sulla A12 Genova-Livorno e A15 Parma-La Spezia. Per Monterosso, imboccare l’uscita Carrodano-Levanto.

Come muoversi

Treno

I treni passano circa ogni 20-30 minuti e raggiungono la prossima città attraverso le gallerie in 1-2 minuti. Per info si può consultare il sito di Trenitalia. Per facilitare gli spostamenti si può comprare Cinque Terre CARD, costo €16.

Battello

La barca passa in tutti i borghi delle Cinque Terre, servizio attivo da aprile alla prima settimana di novembre. I prezzi dipendono dall’itinerario scelto e variano da €5 a €33 per un biglietto giornaliero illimitato.

A piedi o in bici

Nelle Cinque Terre, due meravigliosi sentieri a piedi, quello azzurro, più semplice e battuto, e quello rosso, più arduo. Nel Golfo dei Poeti è bello passeggiare a piedi nei vari paesi e borghi o utilizzare la bicicletta.

Periodo consigliato

Primavera

Periodo ideale per il turismo pedonale, iniziano i corsi di barca a vela, il golfo e i borghi sono illuminati da una splendida luce.

Estate

Mesi adatti per farsi il bagno e abbronzarsi, nonché per passeggiare. Meno consigliato agosto, sia per il caldo eccessivo che per i costi alti.

Cosa mettere in valigia

Un costume da bagno, per un tuffo nella splendida spiaggia di Monterosso o una capatina in una delle tante località balneari del Golfo di La Spezia.

Budget

Dormire

Si passa dal lusso de “La Torretta Lodge” a Manarola all’affittacamere “Anita” a Monterosso al mare. Prenotare generalmente con molto anticipo. Nel Golfo dei Poeti la scelta è maggiore, possibilità da 2 a 5 stelle.

Mangiare

Diverse soluzioni economiche per un pranzo veloce, un ottimo fritto o una gustosa focaccia ligure. Tanta scelta per chi vuole una cucina più strutturata e di alto livello.

Muoversi

Battelli (CMT 5 Terre-Golfo dei Poeti), treni (da La Spezia per tutti i borghi), autobus (ecologici, alimentati a metano). Tutto il Golfo ha ottimi collegamenti.

Piatti tipici

Acciughe. Fritte, con ripieno di aglio e servite sopra pasta e pizza con condimenti leggeri e l’immancabile limone: stiamo parlando delle acciughe, definite non a caso come “il pane del mare” dagli abitanti locali e presenti quasi in ogni piatto tipico delle Cinque Terre.

Mesciua. Ovvero, in dialetto spezzino, mescolanza. Consiste in una zuppa di cereali e legumi e fa parte della tradizione del posto. Composta da ingredienti semplici e genuini, è un piatto di sicura bontà.

Gelato al miele di Corniglia. Se nei vostri giri per le Cinque Terre capitate nel borgo di Corniglia, non dimenticatevi di assaggiare una tipica leccornia locale, il gelato col famoso Miele di Corniglia, dolce e prelibato.

Curiosità

Pare che il celeberrimo quadro, Nascita di Venere, del fiorentino Sandro Botticelli sia nato a Fezzano, nel Golfo dei Poeti. Il pittore, nei suoi soggiorni spezzini, era vicino di casa di una donna bellissima, Simonetta Cattaneo Vespucci, musa di parecchi poeti e pittori e considerata una delle più affascinanti donne del periodo. Botticelli si innamorò di lei a tal punto da volerla rappresentare nel famosissimo dipinto conosciuto in tutto il mondo e simbolo di bellezza femminile nell’arte.

le dieci ragioni per visitare Cinque Terre

cinqueterre-reasonwhy-paesaggio-1920x700
1

Ammirare la bellezza paesaggistica e naturalistica della costa, un’armoniosa interazione tra uomo e natura

golfo dei poeti la spezia
2

Lasciari rapire dalla poesia del Golfo dei Poeti, come Lord Byron, Eugenio Montale e i coniugi Shelley

acciughe pesce pescato cinque terre liguria
3

Gustare a tavola la bontà del pescato ligure con le acciughe in prima fila

manarola paesaggio 5 terre panorama spettacolare
4

Ammirare la vista spettacolare dei cinque borghi e del blu del mare

vino passito ligure Sciacchetrà
5

Bere di gusto un ottimo Sciacchetrà, vino passito tipico della zona

natura incontaminata cinque terre hiking
6

Rilassarsi e godersi la vita dei borghi e dei paesi di questa destinazione

sentiero azzurro costa panoramica cinque terre
7

Fare hicking lungo i 12 km del sentiero azzurro

grotta di Byron a Portovenere
8

Visitare la grotta di Byron, luogo adorato dal grande Lord Byron, che amava rifugiarsi nei pressi di questa cala a Portovenere per meditare. Ha un ambiente subacqueo molto interessante

Coastal Landscape isola palmaria liguria
9

Andare in gita in barca alle Isole di Palmaria, Tino e Tinetto e ammirare gli splendidi fondali facendo snorkeling

Lerici aerial bay panorama, boats and harbor, Liguria, Italy
10

Vivere la vita di un grande artista tra i borghi di Lerici e Tellaro

Ti potrebbero piacere

Si è verificato un errore.
Se vuoi, puoi provare nuovamente.