Chianti-1920X700
Cerca
Check in
Check out

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

A/R Solo andata
Adulti
(12+)
Bambini
(2-11)
Neonati
(0-23m)
Andata il
Ritorno il
Partenza
Ritorno

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

oppure clicca qui
crea il tuo viaggio su misura

Chianti

Come arrivare

In aereo

L’aeroporto più vicino è quello internazionale di Firenze (FLR) servito da Alitalia, Air France, Iberia, Vueling ecc. All’uscita è disponibile il servizio taxi oppure si possono noleggiare un’auto o prendere un bus verso la stazione principale di Firenze Santa Maria Novella con la compagnia Vola in Bus.

In treno

Le stazioni ferroviarie del Chianti sono due, Poggibonsi e Castellina in Chianti con partenza e arrivo da Firenze o Siena. Da qui poi partono i bus per raggiungere le altre località del Chianti.

In autobus

I bus SITA partono dalla stazione di Firenze SMN e si fermano sia nei centri principali che in quelli periferici. In particolare la linea 365 collega Firenze a Greve, Radda, Castellina e Gaiole.

In macchina

Sono tre le strade tra cui scegliere: la Superstrada Firenze-Siena, la più veloce, l’uscita più indicata per raggiungere il cuore del Chianti è Poggibonsi nord; la strada statale 222 detta Chiantigiana, che si inerpica su e giù per le colline, scenografica e bellissima da percorrere; la strada statale 2 Cassia quasi parallela alla superstrada.

Come muoversi

Mezzi pubblici

Gli autobus Sita collegano i centri principali dolcemente dispersi tra le idilliache colline della Toscana.

In auto o in moto

L’auto o la moto sono certamente i mezzi più comodi e anche consigliati per visitare il Chianti perché vi permetteranno di assaporarne l’essenza e di viverne colori e profumi.

Taxi

Muoversi in taxi tra le colline del Chianti non è facilissimo ma è possibile appoggiarsi ai principali servizi delle città vicine: Radio Taxi Siena e Taxi Firenze.

Periodo consigliato

Primavera/Autunno

Ogni stagione è buona per visitare il Chianti. La primavera e l’autunno sono i periodi migliori, il paesaggio e il clima sono piacevoli e la bassa stagione permette di trovare meno affluenza e prezzi più vantaggiosi. La campagna fiorisce e regala tutta la sua bellezza.  In primavera si ammira lo spettacolo dei giaggioli in fiori mentre l’autunno ha i colori della vendemmia

Estate

In estate il Chianti è il posto giusto dove rilassarsi e trovare temperature più miti. In questa stagione e fino all’autunno tutti i borghi e i paesi si animano con feste e appuntamenti legati alle tradizioni, alla storia e alla cultura del vino e del buon cibo.

Cosa mettere in valigia

Vi suggeriamo di portare con voi vestiti comodi da indossare durante il giorno e qualche capo elegante per le cene romantiche. Scarpe comode per le passeggiate, abbigliamento sportivo per andare in bici o fare equitazione. In qualsiasi stagione, è consigliato vestirsi “a strati” perchè la temperatura scende al calar del sole e potrebbe salire al calar del vino!

Budget

Dormire

Dal soggiorno low cost (60€ in doppia) alla vacanza di lusso (300€), ville, agriturismi e b&b sono pronti ad accogliervi per una vacanza che lascia ricordi indelebili.

Mangiare

Il prezzo medio delle trattorie è di 27€ a persona, che ovviamente possono diminuire se si sceglie una locanda rustica e aumentare nei ristoranti gourmet!

Muoversi

Se decidete di affittare un’auto, la spesa sarà in base ai km percorsi e il conseguente consumo di benzina. Se volete risparmiare, treni e bus vi permetteranno anche di poter bere tutto il vino che vi pare, tanto non guidate voi!

Piatti tipici

La Ribollita, zuppa di pane raffermo con verdure come cavolo nero, verza, pomodori più patate e fagioli.

La Finocchiona salume tipico preparato con aglio, pepe, vino e semi di finocchio.

Il Chianti vino sovrano indiscusso della tavola, accompagna con grande eleganza i piatti tipici della zona.

Marzolino del Chianti, formaggio da latte intero di pecora tipico di questa zona dove viene prodotto e stagionato fino a un massimo di 180 giorni.

Curiosità

Sapete perché il gallo nero è il simbolo ufficiale del famoso vino Docg? La leggenda narra che per dividere il controllo del ricchissimo territorio, Siena e Firenze, avrebbero dovuto spedire due ambasciatori a cavallo all’alba al canto di un gallo. Il confine sarebbe stato stabilito nel punto di incontro dei due cavalieri. I senesi scelsero un galletto bianco e lo ingozzarono per dargli la forza di svegliarsi presto; i fiorentini, che avevano scelto un galletto nero, lo tennero a stecchetto. All’alba del giorno prestabilito il gallo senese, si svegliò tardi per colpa dell’eccessivo pasto, mentre il galletto nero affamato si svegliò prestissimo. In questo modo il cavaliere fiorentino partendo con largo anticipo conquistò la maggior parte del territorio.

le dieci ragioni per visitare Chianti

museo del vino nel chianti
1

Visitare il Museo del vino a Greve in Chianti per scoprire più di 200 vini pregiati

mercatini di Greve in Chianti
2

Fare una passeggiata tra i mercatini di Greve in Chianti ogni quarta domenica del mese

parco sculture nel chianti
3

Visitare il Parco Sculture del Chianti immerso in un bosco di querce

panorama borgo medievale Radda ulivi e vigneti
4

Fare un salto nel Medioevo visitando Radda in Chianti con i suoi splendidi panorami

orcio terracotta Impruneta chianti toscana
5

Dedicarsi allo shopping di prodotti della tradizione artigiana a Impruneta

vendemmia in chianti vino uva
6

Godersi una vendemmia in compagnia nelle numerose aziende vinicole locali

chiese campestri nel chianti toscana countryside
7

Visitare le chiese di campagna come quella di San Pietro a Castellina in Chianti e la Basilica di Santa Maria a Impruneta

8

Monteriggioni e il medievale museo delle armature

9

Fare una bella pedalata tra le suggestive colline

fioritura del Giaggiolo
10

Ammirare la fioritura del giaggiolo che colora di lilla le campagne del Chianti a maggio

Ti potrebbero piacere

Si è verificato un errore.
Se vuoi, puoi provare nuovamente.