Campobasso-1920x700
Cerca
Check in
Check out

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

A/R Solo andata
Adulti
(12+)
Bambini
(2-11)
Neonati
(0-23m)
Andata il
Ritorno il
Partenza
Ritorno

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

Campobasso

Come arrivare

In aereo

L’aeroporto di Napoli (NAP) si trova a 150 km da Campobasso; dallo scalo partenopeo consigliamo di raggiungere Piazza Umberto, da dove parte un autobus diretto per Campobasso. In alternativa, l’aeroporto di Foggia (FOG) si trova a meno di 100 km. Dallo scalo è possibile raggiungere la stazione ferroviaria e proseguire in treno per Campobasso.

In auto

Dal versante adriatico imboccare l’autostrada A14 e uscire a Termoli; proseguire sulla SS 647 in direzione Campobasso. Da Roma prendere l’Autostrada del Sole A1 per Napoli e uscire a San Vittore continuando verso Venafro, Isernia e Campobasso.

In treno

Ci sono collegamenti quotidiani diretti da e per le città di Roma e Napoli. Campobasso, infatti, si trova sulle linee ferroviarie di Termoli-Campobasso; Roma-Campobasso; Napoli-Benevento-Campobasso.

Come muoversi

A piedi

Il centro storico e l’antico borgo medievale di Campobasso sono assolutamente a portata di turista e si possono visitare tranquillamente a piedi.

In bus

L’efficiente servizio di trasporto è gestito dalla Seac, con 24 linee che offrono un buon collegamento urbano.

In auto

È consigliato il noleggio di un’auto soprattutto per muoversi in autonomia tra le località della provincia.

Periodo consigliato

Primavera

La natura, più bella che mai, invita a essere esplorata con escursioni; che si tratti di trekking o semplici passeggiate, troverete angoli nascosti e rilassanti tra laghetti, montagne e bellissimi paesaggi.

Estate

Se siete in cerca di mare, Termoli è la destinazione perfetta, con il suo lungomare pieno di lidi che la notte si accende tra musica e aperitivi. Se invece volete dedicarvi a un tour culturale, il sole illuminerà gli eleganti monumenti rendendoli ancora più belli.

Autunno

È la stagione perfetta per un tour eno-gastronomico tra le prelibate specialità del territorio, specialmente i tartufi. Gli sportivi troveranno parecchi percorsi ciclabili adatti ad ogni livello di preparazione.

Inverno

Le temperature si abbassano, le montagne si ammantano di bianco e gli appassionati di sci possono divertirsi sulle piste di Campitello Matese.

Cosa mettere in valigia

Il borgo vecchio di Campobasso si trova sul pendio di un colle, tra stradine strette e scalinate: avrete sicuramente bisogno di un abbigliamento molto comodo, soprattutto le scarpe. Se avete programmato le vacanze in primavera-estate, non può di certo mancare il costume da bagno per un tuffo nel mare di Termoli. Normalmente l’autunno è abbastanza mite, ma controllate le previsioni e attrezzatevi per le eventuali piogge. D’inverno la neve non è infrequente: portatevi abbigliamento pesante se andate in montagna.

Budget

Dormire

Campobasso non è affatto una città cara: troverete b&b da 25€ a notte; per un hotel 4 stelle, invece, spenderete tra i 120€ e i 150€ circa.

Mangiare

Si mangia bene e si spende poco: in media 20€-25€ nei più buoni ristoranti del capoluogo.

Muoversi

Il biglietto per una corsa semplice Saec costa 0,60€, quello della durata di 2 ore 1,20€. Il carnet da 10 biglietti costa 5,50€.

Piatti tipici

Pampanella: è un piatto a base di carne di maiale, speziata con aglio e peperoncino. Viene cotta in forno, restando morbida, rossa e piccante. Il suo nome deriva dalla parola ‘pampino’, la foglia di vite, all’interno della quale anticamente veniva cotta questa carne. È uno street food da leccarsi i baffi!

Cavatelli: è la pasta tradizionale del Molise, con un impasto a base di semola di grano duro e acqua. A Campobasso i cavatelli vengono conditi con il sugo di cottura delle costolette di maiale oppure in bianco con gli spigatelli (cime di rapa). È una prelibatezza inconfondibile e davvero gustosa.

Pizza e minestra: semplice e genuino, è un piatto che rappresentava il pasto quotidiano dei poveri. Fresche verdurine di campo e farina di granturco, ogni tanto impreziosite con i ciccioli di maiale. Una delizia che vi scalderà il cuore.

Curiosità

Esistono diverse ipotesi sull’origine del nome Campobasso, ma ben poche certezze.
Secondo alcuni, un certo console romano, Basso, avrebbe costruito un accampamento militare, chiamato appunto Campus Bassi.
C’è invece chi sostiene che il centro abitato fosse diviso in due frazioni: Campus de Prata e Campus Bassus. Il primo insediamento venne distrutto e gli abitanti si spostarono tutti nel secondo.
Altri ancora più semplicemente sostengono che il nome Campobasso sia in rapporto con la sua posizione topografica.

le dieci ragioni per visitare Campobasso

castello di monforte in campobasso
1

Raggiungere la cima della collina con il Castello Monforte, che domina la città con una delle torri più alte d’Italia ed è il simbolo di Campobasso

Sotterranei di campobasso
2

Esplorare i sotterranei di Campobasso, rifugio per tutta la popolazione durante la Seconda Guerra mondiale

veduta di termoli spiaggia e borgo
3

Passeggiare lungo le mura del borgo di Termoli, a picco sull’Adriatico

area archeologica terme di Serpino
4

Rilassarsi alle Terme di Sepino, le acque termali più rinomate del Molise

Panorama Bojano Campitello
5

Camminare tra boschi e sentieri a Campitello Matese

Oasi wwf guardia regia campo chiaro
6

Andare in gita all'Oasi Wwf Guardiaregia-Campochiaro, con spettacolari fenomeni carsici

villa di capoa campobasso
7

Riposarsi nella settecentesca Villa De Capoa, polmone verde della città

campobasso-reasonwhy-museodeimiste
8

Visitare il Museo dei Misteri, dove sono esposti costumi, macchine e fotografie della manifestazione folkloristica più rappresentativa della città: il Festival dei Misteri

larino campobasso
9

Scoprire Larino, con il suo anfiteatro, le terme e i mosaici d’epoca romana

Credits to Wikimedia
pranzo in agriturismo
10

Gustare la cucina genuina legata alla terra e alla tradizione contadina

Ti potrebbero piacere

Si è verificato un errore.
Se vuoi, puoi provare nuovamente.