cagliari skyline porto centro città
Cerca
Check in
Check out

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

A/R Solo andata
Adulti
(12+)
Bambini
(2-11)
Neonati
(0-23m)
Andata il
Ritorno il
Partenza
Ritorno

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

Cagliari & Golfo degli Angeli

Come arrivare

In aereo

All’aeroporto internazionale di Cagliari-Elmas (CAG) atterrano voli che collegano il capoluogo sardo alle principali città italiane ed estere con le compagnie di bandiera Alitalia, Meridiana e le maggiori low cost (Ryanair, Easyjet, Vueling, Volotea). Dall’aeroporto ci si sposta facilmente in città grazie al treno che in 5 minuti arriva al centro di Cagliari, ai taxi e noleggio auto.

In nave

Le navi di linea e da crociera, provenienti da Genova, Roma-Civitavecchia, Napoli e Palermo, attraccano al Porto di Cagliari, situato proprio di fronte al centro della città.

In auto

Tramite la Strada Statale 131 Carlo Felice se si proviene da Sassari e dalle zone limitrofe, o la Statale 130 se si proviene dalla zona del Sulcis-Iglesiente. Per raggiungere le spiagge di Chia da Cagliari si percorre la SS195 Sulcitana per 52 km. Dal lato opposto la SS554 e la SS125 portano verso Villasimius in 60 km circa.

In treno

Treni regionali da Sassari, Porto Torres e Olbia verso la stazione di Cagliari, ubicata proprio nel centro città.

In pullman

Cagliari e il Golfo degli Angeli sono collegate alle principali destinazioni sarde e ai piccoli centri del Sud Sardegna grazie al servizio di trasporto pubblico locale Arst e altre compagnie private, come Turmo Travel per Olbia e Logudoro Tours per Sassari.

Come muoversi

In autobus

Con il servizio urbano della società Ctm. Le linee principali per muoversi nel centro città sono la 1, 7, 10 e M. Per spostarsi verso il lungomare Poetto vi sono le linee PQ e PF. Sono tutte tratte frequenti e giornaliere. Nella stagione estiva le corse sono più frequenti, con aggiunte di navette speciali e servizi notturni. Numerosi d’estate anche i collegamenti Arst con le spiagge di Chia e Villasimius.

Bus e trenini turistici

Il ‘City Tour Open Bus’ parte da Piazza Yenne ogni 90 minuti e collega Palazzo Civico, Poetto, Molentargius, Viale Europa, Bastione di Saint Remy, Piazza Arsenale, BuonCammino e l’Anfiteatro Romano; Il ‘Trenino Cagliaritano’ da Piazza del Carmine effettua corse ogni ora e fa tappa nelle zone più caratteristiche del centro storico.

In auto

A Cagliari è possibile spostarsi con l’auto, ma è necessario stare attenti alle ztl, come i quartieri di Castello e di Villanova. Il Poetto è raggiungibile facilmente dal centro città ed è dotato di numerosi parcheggi. L’auto si può noleggiare attraverso i rent-a-car in aeroporto e in centro città e rimane il mezzo più comodo per scoprire le tante calette e spiagge da sogno che si affacciano sul Golfo degli Angeli. Il rischio d’estate è però quello di passare tanto tempo in mezzo al traffico sotto un sole cocente.

In bici

Varie sono le piste ciclabili in città, in Via Dante, Via dei Conversi, Via Paoli, Via Sonnino, Via dei Giudicati e Via Salvemini. Una bella pedalata è d’obbligo lungo le piste del litorale del Poetto e alla scoperta del Parco di Molentargius.

Periodo consigliato

Primavera

La stagione migliore se volete godervi appieno le meraviglie della città e della sua natura circostante. Le temperature sono gradevoli e il sole non manca mai. Ideale per lunghe camminate alla scoperta dei quartieri storici di Cagliari, per un trekking avventuroso sulla Sella del Diavolo o per una pedalata tra i fenicotteri nel Parco di Molentargius. I più avventurosi potranno apprezzare una passeggiata a cavallo nelle spiagge deserte di Porto Giunco e Punta Molentis.

Estate

Anche se decideste di passare nel Golfo degli Angeli tutta l’estate, non vi annoiereste di certo, con le decine di spiagge a disposizione, tutte da scoprire. La scelta è tra sabbia dorata o bianca, tra le dune della spiaggia di Campana o il turchese di Mari Pintau. Tanto mare, sole, gelati e birra Ichnusa nei chioschetti del Poetto, accompagnati da tanto divertimento e sport, dalla vela al beach volley. In centro le strade si riempiono di tavoli all’aperto e la movida non manca ad allietare le vostre serate.

Autunno

Il clima è ancora caldo e le giornate sono ancora all’insegna del bel sole. L’afflusso di turisti è minore ma la città è sempre viva e ricca di eventi, mentre le spiagge da sogno diventano veri paradisi di pace e relax. L’acqua del mare è ancora calda, ideale per un bel tuffo e del sano relax o per un bel trekking fino al faro di Capo Spartivento.

Cosa mettere in valigia

Non possono ovviamente mancare costume da bagno, telo da mare e crema solare protettiva. Gli occhiali da sole e un cappellino sono d’obbligo sia per il mare che per la città. Per quanto riguarda le scarpe, vi consigliamo infradito per la spiaggia e sandali, o comunque scarpe comode, per poter camminare tranquillamente alla scoperta della città e delle sue meraviglie. Se volete partire all’avventura per un trekking sulla Sella del Diavolo, o farvi una bella corsetta al tramonto sul lungomare, non dimenticatevi abbigliamento sportivo e scarpe ad hoc.

Budget

Dormire

Le soluzioni variano a seconda della zona e, soprattutto, della stagione scelta per visitare la destinazione (nella stagione estiva i prezzi sono più elevati). Per una camera standard in hotel o bed&breakfast si parte da un minimo di 54€ per arrivare a un massimo di 150€. Per un alloggio sul lungomare i prezzi variano dai 90€ ai 160€. Nella zona di Santa Margherita di Pula, dove sorge anche la frazione di Chia, si trovano alcuni tra i resort più esclusivi dell’isola, come il Forte Village, dove si parte con stanze da 800€ per arrivare a suite da mille e una notte, i cui prezzi si aggirano intorno ai 2.700€.

Mangiare

Vi sono numerosi ristoranti e trattorie tipiche ubicati specialmente nei quartieri più caratteristici di Castello e Marina, con menù turistici di carne e pesce che partono da 15€ fino a un massimo di 30€. Se volte provare sapori più raffinati, vi consigliamo lo stellato “Dal Corsaro” con prezzi dai 50€ ai 90€ o il famoso Luigi Pomata, anche nella versione Bistrot da 30€. Se siete ospiti del Forte Village, potrete deliziarvi con la cucina dello chef stellato Alfons Schuhbeck e di Carlo Cracco.

Muoversi

Un biglietto per il servizio urbano Ctm della durata di 90 minuti ha un costo di 1,30€, il giornaliero di 3,30€, il settimanale di 12€. Per il noleggio bici comunale si parte da 0,50€ all’ora, 5€ per il giornaliero e 8€ per la settimana. Il trenino turistico costa 8€, il City Tour Open Bus 10€.

Piatti tipici

Burrida a Sa Casteddaia: pochi e semplici ingredienti per un piatto gustoso a base di pesce. L’ingrediente principale è il gattuccio, un pesce povero senza lische che si presta facilmente alla cottura in umido, condito con aceto, olio, noci, aglio e prezzemolo. Una specialità propria dei borghi dei pescatori come Giorgino e Sant’Elia.

Fregola con arselle: la fregola è il couscous sardo fatto dalla farina di semola lavorata a mano a forma di piccole palline e aromatizzata con lo zafferano locale. Da provare abbinata alle deliziose arselle (simili alle vongole, ma più piccole e dolci) di Cagliari, allevate nella laguna di Santa Gilla.

Panadas di Assemini: deliziosi fagottini ripieni di anguille e verdure (patate e piselli) nella versione più tradizionale, ma anche di carne di agnello e patate o agnello e carciofi. In Sardegna ne esistono diverse varianti, quelle di Assemini, popoloso comune dell’hinterland cagliaritano, meritano sicuramente una menzione speciale.

Curiosità

In sardo la città di Cagliari viene chiamata ‘Casteddu’, ovvero ‘Castello’, inteso come roccaforte costruita per contrastare l’attacco dei nemici che arrivavano dal mare.

L’origine del nome ‘Sella del Diavolo’ deriva da una leggenda che narra di una battaglia combattuta proprio nei cieli del Golfo tra Lucifero e gli Angeli, guidati dall’Arcangelo Gabriele: la prima teoria afferma che il diavolo, disarcionato dal suo cavallo, perse la sua sella che cadde nel golfo, dando così vita al promontorio; la seconda narra che lui stesso cadde dando vita alla famosa forma della sella.

Un tempo il Poetto era caratterizzato dalla presenza degli storici ‘casotti’, colorati spogliatoi che fungevano da vere e proprie abitazioni durante la stagione estiva.

Personaggio simbolo è Gigi Riva, soprannominato ‘Rombo di Tuono’, icona calcistica che regalò un irripetibile scudetto al Cagliari nella stagione 1969-70.

A Cagliari si trova la più grande necropoli punica del Mediterraneo, quella di Tuvixeddu.

le dieci ragioni per visitare Cagliari & Golfo degli Angeli

Sardinia sport Poetto-Cagliari
1

Fare sport con vista sul mare azzurro al Lungomare Poetto

sella del diavolo
2

Raggiungere a piedi la Sella del Diavolo e ammirare il panorama sul Golfo degli Angeli

ricci di mare a cagliari
3

Gustare i dolcissimi ricci di mare nel villaggio stagionale di Su Siccu

quartiere marina città cagliari
4

Passeggiare tra i vicoli del quartiere medievale di Castello e affacciarsi dal Bastione di Saint Remy

fenicotteri rosa parco di molentargius
5

Ammirare il volo dei fenicotteri rosa dal Parco Naturale di Molentargius

festa sant'efisio cagliari
6

Partecipare alla sentitissima Festa di Sant'Efisio

View of Cagliari, Sardinia
7

Provare uno dei tanti ristorantini tipici tra Stampace e Marina

Beach Chia in Sardinia, Italy.
8

Godersi la sabbia dorata e la macchia mediterranea nelle spiagge di Chia

Porto Giunco beach, Villasimius, Cagliari, Sardinia
9

Vivere una giornata al mare tra le calette di Villasimius

Roman mosaic near Nora
10

Visitare l'Area archeologica di Nora

Ti potrebbero piacere

Si è verificato un errore.
Se vuoi, puoi provare nuovamente.