Marche_1920x700
Cerca

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

 

A/R Solo andata
Adulti
Bambini
Neonati

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

 

Marche

Le Marche sono una destinazione raffinata dalle mille sfaccettature pronte ad accogliere gli amanti dell’arte e della natura con un’offerta turistica eccellente ma senza l’ansia di dover apparire trendy. Le Marche, l’unica regione italiana al plurale, sono come una signora schiva ed elegante ma che la sa lunga.

L’impronta delle Marche nella cultura italiana è impressionante per numero di personalità che sono nate qui, in questa regione stretta tra l’Appennino umbro-marchigiano e il mare Adriatico: da Giacomo Leopardi alla rivoluzionaria Maria Montessori a personalità di oggi come Valentino Rossi e Giovanni Allevi. Una regione da esplorare a spasso per le sue belle città, tranquille sedi universitarie come Macerata e Camerino o per le chiassose vie di Ascoli Piceno, la città del travertino. Ruggisce il Rinascimento nel prezioso centro storico patrimonio Unesco di Urbino mentre il modello economico marchigiano trascina l’eccellenza del saper fare italiano nel mondo.

Tra parchi incontaminati dove volano le aquile, spiagge da bandiera blu e grotte sensazionali, come quelle di Frasassi, le Marche conquistano i viaggiatori più esigenti per sincerità e bellezza.

Nelle chiese marchigiane anche in quelle di provincia è possibile imbattersi in capolavori di altissimo valore come le pale del Perugino, Lorenzo Lotto e Cimabue, Tiziano ad Ancona dove il progresso non ha buttato giù l’arco di Traiano. Qui è nato Raffaello, il pittore gentile e Giacomo Leopardi il più grande poeta moderno della letteratura italiana. La grande musica nelle Marche si chiama Rossini, altro marchigiano illustre che fa il paio con la tradizione popolare delle fisarmoniche di Castelfidardo.

Nella Marche si mangia bene e si spende relativamente poco. Dai tesori del mare Adriatico pescosissimo a quelli della montagna come i pregiati tartufi, le ricette marchigiane hanno gli ingredienti giusti per far venire l’acquolina in bocca alle buone forchette di tutto il mondo. La regione celebra le sue eccellenze con curiose kermesse gastronomiche. Una cucina semplice, quella marchigiana a base di ingredienti poveri ma con accostamenti che la rendono naturalmente gourmet.

Fare shopping nelle Marche è un’esperienza gratificante che costituisce di per sé un valido incentivo ad avventurarsi nella regione. Il suo vivace tessuto produttivo lascia i segni nei grandi Outlet della moda come quello di Giorgio Armani, Rodrigo per la moda uomo e Nazareno Gabrielli. Per chi ama le scarpe non mancano le occasioni con le rivendite delle Calzature Paciotti, Fornarina e Nerogiardini.

Nelle Marche il ventaglio di panorami possibili raccoglie tutte le tonalità dell’azzurro e del verde. Le incontaminate vallate del Cesano e del Metauro, i prati fioriti a primavera sull’Appennino Umbro-Marchigiano con i Monti Sibillini.

La penisola del Conero con le sue scogliere drammatiche e frastagliate sembra quasi fuori posto nel litorale gentile della regione. La sua piccola spiaggia sabbiosa può essere raggiunta solo via mare oppure con un trekking di qualche ora partendo da Numana. Minuscoli borghi medievali come Cagli e un paesaggio agrario sempre curato e funzionale alle attività dell’uomo completano questo quadro, degno di un grande pittore.

Per l’alto livello delle sue infrastrutture le Marche sono una regione ideale per chi pratica sport. Oltre ad essere la patria di Valentino Rossi qui sono nate anche le fantastiche ragazze del fioretto che hanno portato a casa l’oro olimpico a Londra. La sua natura selvaggia e il mare offrono una vastissima gamma di opportunità per chi ama l’avventura. Popolari sono anche gli Sport in spiaggia senza dimenticare che la vocazione sportiva delle regione ha un calendario fittissimo di regate, triathlon e campionati di ginnastica per sportivi più o meno dilettanti.

Pilates al tramonto, beautyfarm rilassanti immerse nel verde, spa di lusso e moderni centri termali dove alle proprietà idroterapiche si unisce un’alta professionalità nell’accoglienza turistica. Le Marche sono perfette per staccare la spina e ricaricarsi. L’entroterra marchigiano è ricco di sorgenti termali dalle quali sgorgano acque minerali dalle straordinarie proprietà benefiche come quelle di Macerata Feltria e Acquasanta che prende il nome proprio dalle sue storiche acque. Grazie a moderne strutture immerse nella natura incontaminata, le Marche sono la destinazione ideale per un weekend romantico che preveda coccole di benessere e scenari di grande fascino.

Antiche giostre cavalleresche come la Quintana di Ascoli Piceno, la movida del litorale che richiama giovanissimi da tutta Italia negli chalet di San Benedetto del Tronto, Civitanova Marche e Porto San Giorgio movimenteranno le vostre vacanze nelle Marche. Per chi ama il teatro questa regione mette a disposizione lo Sferisterio di Macerata, il teatro all’aperto con la migliore acustica d’Italia. D’altronde siamo nella terra di Rossini, il grande compositore a cui ogni anno ad agosto Pesaro dedica il Rossini Opera Festival.

Secondo la leggenda furono gli angeli a portare in volo fino a Loreto la sacra casa di Nazareth la cui architettura è tipica della Palestina e anche le tecniche usate per la costruzione sono di quelle zone. È da quasi 800 anni che il santuario di Loreto attira fedeli da ogni parte del mondo. Ma è solo la punta dell’iceberg, qui tra eremi e cammini è facile trovarsi a tu per tu con la spiritualità. La vicinanza con l’Umbria ha fatto sì che siano rimaste le tracce del passaggio di San Francesco d’Assisi, un percorso di natura e arte amato anche dai non credenti. Particolare importanza storica ha avuto nella regione il movimento filippino dedicato a san Filippo Neri, come dimostrano le numerose testimonianze artistiche come la Pala del Tiepolo a Camerino e un inedito Rubens a Fermo.

marche

Le eccellenze regionali