Calabria_1920x700
Cerca

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

 

A/R Solo andata
Adulti
Bambini
Neonati

Camera 1

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 2

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 3

- +
- +

Aggiungi camera

Camera 4

- +
- +

 

Calabria

Piccante e dolce allo stesso tempo. Sarebbe troppo facile descrivere così un territorio ricco di sorprese, che se non lo vedi non ci credi. Tra un borgo di montagna come Ajeta e una cittadina sul Mar Tirreno, tra un trekking in Sila e un’abbuffata di ‘nduja a Bova nel cuore dell’area grecanica, la Calabria si presta a soddisfare la curiosità del viaggiatore più esigente, ma va vissuta e conosciuta da vicino.

In Calabria d’estate le temperature sono africane, ma nessuno se ne preoccupa, dato che si può scegliere di rilassarsi in riva al suo bel mare. D’inverno, invece, puoi divertirti a conoscere le tante aree naturali protette, che dal Pollino arrivano fino alla punta dello stivale, dove gli Appennini si tuffano nel cuore del Mediterraneo.

Ogni angolo di questa regione è uno spettacolo della natura in cui i profumi di agrumi si mescolano con la salsedine del mare, che con la sua corrente si infrange con la roccia tenace dei monti che arrivano a strapiombo sul Mar Tirreno o sulle immense spiagge bianche della costa jonica.

Il nome Italia è nato proprio qui da Italo, re degli Enotri, primo popolo che incontrò gli antichi greci che sulle coste calabre hanno fondato alcune delle loro più importanti città, come Sibari e Locri Epizefiri, i cui resti sono ancora visibili. Tracce imponenti quelle della Magna Grecia, magnificamente restituite alla collettività dal nuovo allestimento del Museo Archeologico di Reggio Calabria. Una terra di approdi e partenze la Calabria: lo testimoniano i borghi dove ancora si parla arbëreshë, la lingua della minoranza albanese in fuga dagli ottomani nel 1600. Per gli imperscrutabili cicli della storia, oggi a Riace, borgo di montagna affacciato sul mar Jonio, la lingua più parlata è quella dell’Africa centrale. Infatti il comune è simbolo dell’accoglienza di migranti che attraversano il Mediterraneo in fuga da fame e guerre.

Hai presente che cosa succede se del peperoncino si mescola con la tradizione agreste della lavorazione delle carni di maiale? Nasce la ‘nduja e ti assicuro che una volta conosciuta non potrai più farne a meno! Se proprio non ami il piccante non disperare, ce n’è per tutti i gusti, davvero. Dai prodotti a base di pesce del Tirreno, come gli involtini di pesce spada di Scilla, ai grandi classici di carne e verdura dell’entroterra e della costa jonica, ogni pasto sarà un banchetto! E che dire della cipolla rossa di Tropea o del tartufo di Pizzo: immensi! A fine pasto, immancabile un liquore alla liquirizia. Provare per credere.

Ogni viaggio ha bisogno dei suoi ricordi e spesso questi diventano dei veri souvenir acquistati in vacanza.

In Calabria se fremi dalla voglia di aggirarti tra negozi non puoi non fare una splendida passeggiata nel centro storico delle principali città come Cosenza e Reggio, dove troverai boutique di grandi brand così come negozi storici e tradizionali.

Se questo non ti basta e vuoi aggiungere qualcosa di unico al tuo shopping in Calabria, vai alla scoperta delle botteghe nei piccoli borghi di Diamante e Tropea, dove troverai souvenir belli e soprattutto buoni.

Salire a quota duemila metri e da lì lanciare il proprio sguardo sullo Stretto di Messina, protetto a nord dalle Isole Eolie e a sud dall’Etna. Se ti sembra una cosa impossibile vuol dire che non hai mai visto le cime dell’Aspromonte, dove la vista sul paesaggio unico al mondo dello Stretto e dei suoi vulcani è così nitida che sarà difficile non rimanere a bocca aperta.

Questo non ti basta e vuoi trovare decine di sfondi perfetti per le tue foto ricordo? Allora, percorri in lungo e in largo la costa tirrenica e dallo Stretto fino al Pollino ogni tappa ti regalerà paesaggi marini e montani che ti sorprenderanno!

Per quanto il cibo sia sempre ottimo e abbondante e le occasioni di relax sempre presenti, sappi che in Calabria puoi anche esercitare ogni genere di sport outdoor che ti piaccia. La regione vanta ben tre comprensori sciistici che, dal Pollino all’Aspromonte passando per la Sila, ti sorprenderanno. Ciaspolate e trekking di uno o più giorni sono attività che si calano perfettamente nella natura calabrese, così come l’adrenalinico rafting che viene praticato sul fiume Lao, nella provincia di Cosenza, e che non puoi perderti.

Che cosa dire degli sport di mare? A Gizzeria e nella frazione Pellaro di Reggio Calabria windsurf e kitesurf sono un must assoluto e a Bova Marina surfisti da tutta Italia si ritrovano per godersi una delle migliori onde sinistre della Penisola.

Essere circondati da un verde paesaggio collinare con il blu brillante del Mar Jonio sullo sfondo e rilassarsi immersi in acque termali completamente libere è un’esperienza da non perdere per vivere una vacanza di vero benessere in Calabria. È una vera chicca che trovi ad Agnana Calabra, nella Locride. Uno spot imperdibile per vivere un momento di relax indimenticabile. Perché no, anche romantico!

Se l’avventura non è il tuo forte e vuoi farti coccolare in un centro termale, hai l’imbarazzo della scelta: ne trovi ben sei sparsi da nord a sud per tutta la regione.

Un borgo spopolato che riprende vita per tre giorni, in cui pullula di cultura, musica e teatro coinvolgendo la Calabria più vera. Questo è il Cleto Festival, così come tanti altri ce ne sono durante la bella stagione, che qui dura 6 mesi, nella miriade di borghi dell’entroterra e della costa. Tra questi non sarà difficile imbattersi nella World Music del Paleariza o nel grande jazz internazionale del festival di Roccella Jonica.

Immancabili sono le feste in spiaggia d’estate nella zona di Soverato così da poter scattare innumerevoli selfie con un bel cocktail in mano, oppure con uno spritzino al tramonto e sfondo di spiaggia fantastica alle spalle, anche questi immancabili in un’estate in Calabria.

La Calabria è la terra natia di San Francesco da Paola e del Beato Padre Gaetano Catanoso e in ogni suo centro abitato non è difficile imbattersi in riti e tradizioni religiose con radici profonde nella vita delle comunità. Da non perdere il Rito dei Vattienti a Nocera Terinese o le celebrazioni di San Rocco a Scilla.

Nella lista degli imperdibili non può mancare la Certosa di Serra San Bruno in provincia di Vibo Valentia; uno splendido monastero certosino dell’XI secolo visitabile sia nella sua zona museale che nei suoi splendidi giardini.

calabria

Le eccellenze regionali